Rapporti mente corpo

 

 

RAPPORTI FRA LA MENTE E IL CORPO

di Koichi Tohei

(Rikugei Pub. House - Tokyo)

  • L'Aikido è un metodo per allenarsi, studiare e comprendere, attraverso l'esercizio, nella nostra vita quotidiana, un sistema di coordinazione mentale e fisica.
    Vi sono coloro che credono che l'Aikido sia un'arte per atterrare un attaccante in brevissimo tempo, o per tenere a terra un uomo robusto con un dito solo. Essi pensano all'Aikido come ad un'arte altamente specializzata di autodifesa. L'Aikido non è soltanto un'arte per atterrare gli altri, ma un mezzo per applicare le leggi della natura alla nostra vita quotidiana. Chi non capisce ciò non comprende veramente l'Aikido.
  • Come può là coordinazione mentale e fisica nell'Aikido divenire parte della nostra vita?
    Prima di rispondere a questa domanda si deve chiaramente comprendere una cosa. E' difficile coordinare la mente ed il corpo a meno che non esista nella mente ben chiaro l'obbiettivo da raggiungere.
  • La mente ed il corpo hanno ciascuno le proprie leggi e, per coordinarli, l'uno deve essere subordinato all'altra. Non vi può essere un consenso o un controllo incompleto. Il problema quindi è questo: chi deve essere il maestro, la mente o il corpo? Deve la mente controllare il corpo o il corpo controllare la mente?
    II metodo di allenamento e il modo di pensare varieranno a seconda della decisione raggiunta.
  • Avrete udito la frase « Mente sana in corpo sano .
    Vi sono molte persone che hanno preso ciò alla lettera e si sono costruite un corpo forte e posseggono una mente sana. Vi sono altri che credono a ciò e sono fisicamente forti ma mentalmente deboli, Altri ancora possono atterrare i loro avversari ma non sono in grado di controllare la loro mente.
    Se il corpo è il padrone e può controllare la mente la vita diviene molto semplice e le cosidette
    arti marziali potranno certamente insegnare la coordinazione di mente e di corpo. In realtà, però, non è così facile.
    Sebbene il vostro corpo possa essere sano e forte, diviene debole con l'età o quando soffrite di una indisposizione. Il corpo è un'entità vivente ed è influenzato dal suo ambiente. Una mente controllata da un corpo che è continuamente sottoposto all'azione delle influenze esterne, sarebbe quindi a disagio ed instabile. Dove tutto funziona alla perfezione ed il corpo è pieno di vigore, voi siete forti e vigorosi ma vi pare di essere incapaci di fare qualsiasi cosa quando vi sentite frustrati ed il vostro morale è basso.
  • E' necessario possedere una mente veramente forte, che possa elevarsi al di sopra delle circostanze sfavorevoli e fronteggiare senza timore ogni possibile ostacolo. Ciò richiede l'allenamento non solo del corpo ma anche della mente. Naturalmente non si può dire che il corpo sia il padrone.
    L'Aikido ritiene che la mente sia il padrone. Ogni seguace dell'Aikido deve studiare le leggi della mente, allenare la sua mente, facendo sì che il corpo segua e trovando il modo di coordinarsi con la mente.
    L'Aikido riconosce che le condizioni del corpo influenzano la mente. Quando il corpo è in cattive condizioni il morale è basso. L'Aikido ritiene che quando il corpo soffre per malattia, la mente necessariamente ne risente. Quando il corpo è infelice anche la mente è infelice. L'Aikido cerca di rafforzare la mente mediante l'allenamento, in modo che non possa essere influenzata dall'ambiente esterno che influisce sul corpo. Non importa quanto vi alleniate, esiste sempre un limite a quanto il corpo fisico può essere educato a compiere. La mente, d'altra parte, non ha né forma né colore ed ha una capacità illimitata di apprendere, se l'alienate. Potete rendere la vostra mente più forte di mano in mano che procedete negli anni.
    Coloro che si dedicano soltanto a sviluppare il loro corpo e le arti fisiche troveranno che è molto difficile, quando raggiungono la vecchiaia, competere con giovani e vincere. Il fondatore O sensei Ueshiba , nonostante i suoi   80 anni   continuava ad insegnare l’Aikido, atterrando in pochi istanti  diversi uomini robusti che lo attaccavano  simultaneamente con dei bastoni.
    Se poteste vederlo muoversi vi accorgereste della similitudine dei suoi movimenti con quelli liberatori di una danza giapponese.
    Vi chiedereste se è veramente un vecchio osservandolo atterrare aitanti giovani a ripetizione perdendovi in una stupefacente ammirazione.
    Di tutti i numerosi studenti a cui  egli ,ha insegnato  nessuno ha mai potuto  atterrarlo ne tanto meno toccarlo.
    Osservando quello che  egli  riusciva  a compiere ci si rende conto che  dell'importanza di allenare la mente.
  • La sua mente era forte ma nel contempo serena  e ciò gli ha permesso di progredire sempre più negli  anni.