Asai Katsuaki

 

Asai Katsuaki Shihan in posa con il M° Cozzi - Bologna 204

 

  • Katsuaki Asai Sensei è nato a Tokyo nel Febbraio del 1942, proprio nel periodo in cui l'AIKIDO – veniva  riconosciuto  ufficialmente . Già da piccolo Katsuaki Asai cominciò a praticare Aikido presso O Sensei. Infatti abitava proprio nelle vicinanze dell' Hombu Dojo. Quando Asai Sensei si recò in Germania nel 1965, Morihei Ueshiba gli aveva già conferito il 4° Dan. Alla fine degli anni 50 l'Aikido trovò una diffusione internazionale sempre maggiore, perciò non è strano che anche in Germania i praticanti di arti marziali, specialmente judoka, subissero il fascino dell'Aikido. Un giorno il dipartimento di Judo dell'associazione sportiva della polizia di Munster espresse il desiderio di accogliere l'Aikido nel loro programma come nuova arte marziale e di assumere per questo un insegnante giapponese di Aikido. Il tedesco Alfred Scholz, che viveva in Giappone, procurò i primi contatti con l'Hombu Dojo e con Morihei Ueshiba. C'era allora all'Hombu Dojo un giovane che già da tempo aveva espresso il desiderio di insegnare in Germania; eppure rinunciò al suo progetto per motivi di lavoro e si dovette cercare un altro insegnante. Così il Doshu Kisshomaru Ueshiba si rivolse a Katsuaki Asai, il quale lavorava a quel tempo in un'agenzia borsistica, insegnando contemporaneamente Aikido all'università di Tokyo e quindi all'inizio esitò. Ma dopo un mese di riflessione Asai dette il suo consenso per il viaggio. Forse nessuno dei suoi amici e parenti pensò allora che i tre anni previsti sarebbero diventati una vita intera. Katsuaki Asai lasciò il Giappone il 14 Ottobre 1965 e arrivò 7 giorni più tardi a Munster. Il primo allenamento di Aikido si svolse il 22 ottobre 1965 a Munster e la lingua parlata fu l'inglese, poiché Asai Sensei a quel tempo non conosceva una parola di tedesco. Durante i primi due mesi della sua permanenza, Asai abitò da Willi Hatt, capo del dipartimento di judo a Munster. Per Asai non fu facile dare il suo contributo nell'andamento della casa, poiché la signora Hatt non parlava inglese e di conseguenza la comunicazione avveniva attraverso il linguaggio dei segni. All'inizio del 1966 finalmentè si trasferì in un minuscolo appartamento, che abitò fino a Maggio 1968. Già dopo tre mesi dal suo arrivo, Asai fece il primo discorso sulla diffusione dell'Aikido in Germania. Le condizioni nelle quali Asai dovette allenare resero impossibile una collaborazione con la confederazione tedesca di Judo. Infatti era previsto che Asai fosse solo insegnante di Aikido, senza diritto di esaminare e senza alcun diritto in campo organizzativo. L'inevitabile rifiuto di Asai alla confederazione tedesca di Judo provocò alcuni tumulti. La confederazione  si vide costretta a minacciare con l'espulsione dall'unione tutte le associazioni aderenti che avessero invitato il maestro Asai per un corso di Aikido. Così molti corsi già programmati vennero disdetti.
  • Nella stessa Munster la situazione non era favorevole; anche qui i membri dell'associazione sportiva della polizia furono minacciati di espulsione immediata, se avessero osato allenarsi da Asai Sensei. Eppure alcuni allievi di Asai tirarono le conseguenze, ritirandosi dall'unione. Erano in parte istruttori di Judo, che avevano rinunciato al loro allenamento di Judo insieme alla licenza di esaminatori, per poter praticare ancora Aikido con Asai, il quale allora aveva 24 anni. I rapporti di Willi Hatt con un insegnante di Karate resero possibile l'allenamento di Aikido al maestro Asai e ai suoi allievi in un locale, dove non esisteva tatami. Grazie ad offerte e contributi, dopo un po' fu possibile comprare un materassino di 8x8 metri quadri. Subito dopo si trasferirono in una vecchia falegnameria, che fu ricostruita e rinnovata grazie all'aiuto di tutti gli allievi ( lo stesso maestro Asai si occupò della riparazione del tetto). All'interno della falegnameria, Asai ha vissuto in una stanza di 6 metri quadri in condizioni spartane fino al 1971.
  • In quegli anni il maestro Tada (1966 e 69) e il maestro Noro (1970) hanno condotto i loro primi stage a Munster. Benché l'Aikido in Germania abbia trovato diffusione fin dall'inizio, benché l'Aikikai tedesca abbia ottenuto, già due anni dopo l'arrivo di Asai, una forma giuridica, questi primi anni per Asai non sono stati assolutamente piacevoli dal punto di vista finanziario. Il primo anno a Munster aveva a disposizione 100 marchi 1 mese e a Marzo del 1966 non aveva più soldi, vivendo solo di riso cotto per una settimana. Dopo tre anni di permanenza in Germania, Asai tornò in Giappone alla fine del 1968, rimanendovi sei settimane. Il 3 Gennaio 1972 Asai aprì il suo primo Dojo a Dusseldorf: aveva sei allievi e 100 metri quadrati di materassino. Sicuramente in quel periodo Asai e sua moglie ( che sposò nel 1972 ) hanno conosciuto bene la città, distribuendo a mano circa 70.000 volantini ! Dopo due anni, la scuola di Aikido aveva 100 iscritti. Nel 1976 il maestro tornò di nuovo in Giappone, dopo 7 anni di assenza. Nel corso degli anni la scuola di Aikido di Asai è diventata stabile, a tal punto che il materassino è stato ampliato a 120 mq.
  • Adesso il numero degli iscritti all'Aikikai tedesca ha superato i 7000 e il maestro Katsuaki Asai insegna Aikido da 43 anni (attualmente ha 66 anni ) con instancabile energia, con infinita pazienza e bontà giorno dopo giorno. K.F.Leisinger, presidente dell'Aikikai tedesca e uno degli judoka che dovettero separarsi dalla confederazione di Judo, scrisse: " Per me la scelta dell'Aikido è stata completamente chiara, poiché ho trovato ciò che ho sempre cercato nello Judo. E ha avuto gran peso anche la consapevolezza di aver trovato un eccellente maestro". Resta il desiderio che un eccellente maestro come Asai Sensei rimanga sempre con noi!