Etichetta

 

Regole di etichetta da tenersi nel dojo  Dojo

 TADA Hiroshi Shihan 9°Dan

 

 

Conformarsi alle norme della buona educazione, osservare le regole e seguire fedelmente gli insegnamenti dei maestri.

Quando si entra nel dojo, togliersi nell'ingresso cappello, guanti, soprabito, ecc., e, dopo aver eseguito il saluto in direzione del lato principale (shomen), salutare il maestro e andare a cambiarsi nello spogliatoio. Nel caso si arrivi in ritardo e l'allenamento sia già iniziato, si  dovrà attendere ai bordi del tatami finchè non siano conclusi gli esercizi di respirazione e "torifune".

All'interno del dojo osservare l'armonia reciproca e impegnarsi nella pratica con gioia e serenità.

Praticare con serietà e spontaneità, sforzandosi di evitare infortuni.

Dedicare sufficiente tempo alla pratica da soli.

Non criticare mai le tecniche eseguite da altri praticanti.

Nella pratica con le armi (jo e bokken) attenersi correttamente alle regole stabilite.

L'abbigliamento usato durante la pratica (keikogi e hakama) deve essere sempre pulito.

Prima di iniziare la pratica è opportuno togliersi gioielli, orologi, monili e quanto altro, legarsi i capelli,e assicurarsi che le unghie siano corte, al fine di prevenire incidenti.

Al termine di ogni allenamento fare sempre le pulizie del dojo così da permettere che la pratica si svolga in un ambiente pulito.

E' proibito fumare all'interno del dojo e non sono ammesse persone in stato di ubriachezza.

Nel dojo astenersi dal fare discorsi di natura privata che esulano dal contesto della pratica e        possono intrarciarla.

I visitatori sono invitati ad osservare l'ordine stabilito all'interno del dojo e, dopo aver ottenuto il permesso, possono assistere agli allenamenti  sedendo in "seiza" nel posto che viene loro indicato.

Quando ci si reca a praticare in altri dojo, osservare con attenzione le regole in essi stabilite e non toccare assolutamente gli oggetti (armi, ecc.) presenti nel dojo in cui si viene ospitati. Cercare di  uniformare il modo di esprimersi e di comportarsi nella vita quotidiana alla pratica dell'aikido.

Evitare di passare davanti alle persone.

Quando si apre o si chiude una porta, accertarsi che non vi siano persone nelle immediate vicinanze. 

Nel porgere o ricevere un oggetto utilizzare entrambe le mani.

Se ci si rivolge ad una persona seduta sul tatami, sedersi in "seiza" prima di salutare, parlare o porgere qualcosa.

Non soffermarsi in piedi dietro ad una persona che sta seduta sul tatami (tale norma di buona educazione deriva dal fatto che in Giappone tale posizione veniva tradizionalmente assunta da coloro che recidevano il collo a chi commetteva "seppuku" (o "harakiri")).  

      
   
                Tada Hiroshi Sensei Shihan

 


  

NORME GENERALI DI ETICHETTA  DA OSSERVARE SUL TATAMI


1) Salendo sul Tatami o uscendone, dovete fare il saluto.

2) Salutate sempre in direzione dello shomen e del ritratto del fondatore.

3) Rispettate i vostri strumenti di lavoro. Il keikogi (tenuta di allenamento) deve essere pulito ed in buone condizioni, le armi riposte quando non vengono utilizzate.

4) Non vi servite di un keikogi o di armi che non vi appartengono.

5) Qualche minuto prima dell'allenamento, siate gia ben riscaldati, seduti in seiza su una stessa linea. Questi pochi minuti permettono al vostro spirito di fare il vuoto, di sbarazzarvi dei problemi della giornata, e preparano allo studio.

6) La lezione inizia e termina con una cerimonia formale. E' essenziale arrivare puntuali per parteciparvi, ma se arrivate in ritardo dovrete attendere al lato del tatami finchè l'insegnante non vi faccia segno di unirvi alla lezione. Salutate nel salire sul tatami, stando attenti a non disturbare la lezione.

7) Il modo corretto di sedersi sul tatami è nella posizione di seiza. Non allungate mai le gambe e non vi mettete addosso ad un muro o ad un pilastro. Dovete essere pronti in ogni momento.

8) Non lasciate il tatami durante la lezione salvo che in caso di incidente o malessere.

9) Quando l'insegnante mostra una tecnica, dovete rimanere in seiza e guardare attentamente. Dopo la dimostrazione, salutate un altro allievo ed iniziate a praticare.

10) Non appena viene annunciata la fine di una tecnica, interrompere immediatamente il vostro movimento, salutare il vostro partner, e raggiungere gli altri praticanti seduti ed allineati.

11) Non restare mai in piedi sul tatami senza allenarsi. Se � necessario attendere il vostro turno, fatelo in seiza.

12) Se per una ragione o per l'altra dovete assolutamente porre una domanda all'Insegnante, andate verso di lui, non lo chiamate: salutatelo con rispetto e attendete che sia disponibile ( in questi casi è sufficiente salutare rimanendo in piedi).

13) Quando l'Insegnante vi mostra un movimento particolare durante la lezione, mettetevi in seiza e guardate attentamente. Salutatelo quando ha terminato. Quando corregge un altro praticante , potete interrompere il vostro allenamento per osservare. Mettetevi in seiza e salutate ugualmente.

14) Rispettate i praticanti di alto grado. Non discutete mai (con loro) sull'esecuzione delle tecniche.

15) Ricordatevi che siete la per praticare, non per imporre agli altri le vostre idee.

16) Se conoscete il movimento che state provando mentre chi lavora con voi non lo conosce, potete guidarlo, ma non cercate di correggerlo se non avete (almeno) il grado di yudansha.

17) Parlate il meno possibile sul tatami.

18) Non vi riposate sul tatami prima o dopo l'allenamento. E' riservato a coloro che desiderano allenarsi.

19) Il tatami deve essere pulito ogni giorno prima della lezione ed alla fine della giornata. Ognuno è responsabile della pulizia del dojo.

20) E' proibito mangiare, bere, fumare, masticare chewing-gum sul tatami e fuori durante l'allenamento, ed è sempre proibito sul tatami.

21) E' sconsigliato indossare gioielli durante l'allenamento.

22) Durante l'allenamento è vietato parlare con persone che si trovano al di fuori del tatami.

23) Il praticante dovrà portare con se un asciugamano evitando di sporcare il keikogi ed il tatami.

24) Le unghie dei piedi e delle mani devono essere convenientemente tagliate onde evitare possibili incidenti.

25) Propiziare in ogni momento l'ordine, la disciplina e l'armonia tra i compagni di allenamento.

26) Seguire gli orientamenti del Sensei.